Prodotti Solmec

Caricatori elettrici

EXP 50 ZE

EXP 50 ZE

Importante innovazione a livello mondiale nel campo delle macchine operatrici semoventi, è la creazione del primo caricatore industriale a propulsione completamente elettrica. Considerata l’unica alternativa percorribile ai motori termici, almeno per il prossimo decennio, l’alimentazione tramite accumulatori elettrici garantisce funzionalità operative alla stregua dei sistemi tradizionali a gasolio.
Con un’autonomia di un turno di lavoro completo, ed un tempo di ricarica complessivo di 8 ore, il caricatore Solmec EXP50ZE trova la sua massima applicazione negli ambienti di lavoro chiusi quali capannoni o magazzini, dove non è possibile garantire un adeguato ricambio d’aria per la salute degli operatori che si trovano a lavorare nello stesso ambiente del caricatore.
La EXP50ZE è disponibile in due configurazioni di bracci. La prima prevede un braccio arcuato da 3,8 m ed un braccio secondario monolitico da 2,6 m, o, in alternativa, telescopico da 1,8 – 2,6 m. La seconda versione è equipaggiata con un braccio arcuato da 4,5 m ed un braccio secondario monolitico da 3,3 m.
Il caricatore EXP50ZE è il mezzo ideale per quelle aziende che devono movimentare materiali leggeri, e che tengono in forte considerazione l’abbattimento dei costi di gestione ed un ambiente più salubre.

Motore elettrico trifase a controllo elettronico con inverter da 80 Volt.
Possibilità di 3 velocità di lavoro.
Potenza installata 25 kW a 2200 giri/min.
Spunto 38kW
Alimentazione tramite 2 batterie da 930 Ah.

Circuito aperto tipo Load Sensing composto da una pompa a pistoni assiali a portata variabile calettata sul motore elettrico, alimentante un gruppo distributori LS a 5 elementi, con valvole di
massima ed antiurto sui singoli elementi.
Portata massima 100 litri/min.
Pressione di taratura 280 bar.
Due pompe supplementari per servizi e servocomandi. Raffreddamento dell’olio idraulico mediante scambiatore di calore termostatato.

Idrostatica a 4 ruote motrici a mezzo motore idraulico a pistoni assiali autofrenante calettato su gruppo cambio di velocità a
due rapporti a comando elettroidraulico dalla cabina e flangiato
direttamente al ponte posteriore. Traslazione comandata da due
pedali separati (uno per ogni senso di marcia).
Velocità nei 2 sensi di marcia:
di lavoro da 0 a 4 km/h
di traslazione da 0 a 11 km/h

A comando idraulico con idroguida alimentata da pompa indipendente. Circuito con valvola di sicurezza pretarata. L’assale anteriore sterzante e oscillante può essere bloccato mediante due martinetti idraulici muniti di valvole di blocco,
azionati elettroidraulicamente dalla cabina in qualsiasi posizione.

Di servizio:
Agente sulla trasmissione sfruttando la caratteristica autofrenante del
circuito idrostatico.
Di stazionamento e di soccorso:
Di tipo negativo a dischi multipli a bagno d’olio, con comando elettroidraulico per lo sbloccaggio agente sull’assale posterio

Ruote piene superelastiche gemellate 8.25×20

mpianto costituito da un motore idraulico a pistoni radiali calettato su un gruppo riduttore epicicloidale monostadio. Rotazione
illimitata nei due sensi. Ralla di rotazione a dentatura interna.
Valvole antishock e di frenatura a protezione del circuito.
Velocità massima di rotazione: 9,5 giri/min.

Installata su supporti elastici anti-vibranti con roll-bar di protezione e tettuccio apribile trasparente. Sedile “gran comfort” regolabile, con manipolatori incorporati nei braccioli. Due manipolatori a croce a comando idraulico per i movimenti principali
con pulsanti elettrici per comandi ausiliari quali lama, rotazione
benna, ecc… Dispositivi elettroidraulici per comando cambio,
freno di stazionamento, bloccaggio assale sterzante. Strumentazione di bordo completa con indicatore di carica batteria e
diagnostica, dispositivo “uomo presente” inserito nel sedile e nel
bracciolo sinistro.
A richiesta, in sostituzione, cabina di guida completa ad ampia
superficie vetrata con cristalli atermici azzurati, vetro anteriore
scorrevole, vetro porta apribile, vetro superiore con protezione,
riscaldamento elettrico.

Due manipolatori a croce a comando elettronico per i movimenti principali con inglobati pulsanti elettrici e roller proporzionali per comandi ausiliari quali: lama anteriore, staffoni
posteriori, girevole benna, sfilo braccio telescopico. Dispositivi elettroidraulici per comando cambio di velocità, sopraelevazione idraulica della cabina, freno di stazionamento, bloccaggio oscillazione assale sterzante. Strumentazione completa
per controllo generale delle varie funzioni quali: contagiri,
pressione olio motore, pressione turbina, consumo istantaneo
di carburante, voltaggio batteria, diagnostica motore in CANBUS, contaore, livello carburante, temperatura motore, ecc…

Con raggio d’azione da 7 a 9 metri.

DIRETTIVA MACCHINE (Dir 2006/42/CE)
Dispositivo di controllo del grado di stabilità della macchina in
funzione dei carichi movimentati e della loro posizione con segnalazione di pericolo mediante segnali acustici e luminosi, e
blocco dei movimenti al raggiungimento dei limiti di stabilità.

Portate gancio

Articoli correlati

Torna su