carrello elevatore

Differenze tra carrello elevatore controbilanciato e retrattile 

Carrello elevatore controbilanciato e retrattile

Conosci le differenze tra carrello elevatore controbilanciato e retrattile? Esistono molti tipi di carrelli elevatori, ciascuno progettato per soddisfare uno scopo specifico o per completare un determinato compito. Ad esempio, alcuni carrelli elevatori funzionano meglio all’esterno; altri hanno la capacità di raggiungere carichi posti in alto nelle scaffalature. Indipendentemente dallo scopo, è importante comprendere ogni carrello elevatore, le sue capacità e l’idoneità per il lavoro che deve svolgere. 

I carrelli elevatori controbilanciati e retrattili sono mezzi comunemente usati in una varietà di settori. 

Se si ha un compito specifico da svolgere o se si ha bisogno di un carrello elevatore aggiuntivo, è opportuno prendere una decisione informata su quale modello sia il più adatto. 

Carrelli elevatori controbilanciati 

Il carrello elevatore controbilanciato è dotato di due forche nella parte anteriore e ha la capacità di avvicinarsi a un carico per raccoglierlo e spostarlo. 

Il suo nome deriva dal contrappeso nella parte posteriore del veicolo che serve a compensare il carico pesante sollevato nella parte anteriore. 

I carrelli elevatori controbilanciati sono versatili e possono essere azionati sia all’interno che all’esterno. Vanno meglio su superfici piane e lisce e dovrebbero essere utilizzati in spazi più aperti a causa del loro ampio raggio di sterzata. 

Sono carrelli molto potenti e utili in ambienti diversi, in quanto sollevano diverse tipologie di carichi pesanti.

Carrelli elevatori retrattili 

Come suggerisce il nome, il carrello elevatore retrattile è progettato principalmente per raccogliere carichi in alto nelle scaffalature o per lo stoccaggio. 

Questi mezzi svolgono un altro tipo di lavoro rispetto al carrello elevatore a contrappeso, in diversi modi. Ad esempio funzionano meglio all’interno, in ambienti come i magazzini. Sono molto manovrabili e perfettamente adatti a lavorare tra corridoi stretti. 

Hanno la capacità di raggiungere carichi che si trovano in alto e possono estendersi a distanze che vanno oltre le loro “gambe” stabilizzatrici. È la combinazione di queste gambe stabilizzatrici e della batteria che elimina la necessità di un ingombrante contrappeso per mantenere l’equilibrio del mezzo. 

Un carrello retrattile offre una gamma di funzioni che aiutano a svolgere il lavoro. Alcuni carrelli retrattili sono dotati di un meccanismo di inclinazione nella cabina per aiutare il conducente ad avere una visione migliore dell’operazione. Altri hanno un tettuccio di protezione aperto per ottimizzare la visuale dell’unità. Inoltre, i carrelli elevatori retrattili possono essere dotati di una telecamera che mostra al conducente cosa sta accadendo sopra la sua testa su uno schermo video. 

Oltre a questi due tipi distinti di carrello elevatore, sono disponibili molti altri modelli. È importante dedicare del tempo alla ricerca e alla comprensione del tipo di mezzo migliore per il proprio compito. 

OMC offre il proprio supporto per scegliere il mezzo idoneo alle proprie esigenze e fornisce carrelli elevatori dei migliori marchi, come ad esempio Linde.

carrello elevatore
Carrello elevatore

Torna su